Introduzione alla MAGIA

"Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.
" FINCHÉ NON FAI DEL MALE A NESSUNO, FA' CIÒ CHE VUOI!
Qualsiasi cosa noi facciamo, ci ritorna indietro TRE VOLTE TANTO nel bene o nel male.

libri di magia
teschio su libri
magia
Prosegui con: Pantheon Egiziano Amuleti e Talismani Le formule Le erbe Lettere e numeriMeditazione Magia delle essenzeMagia delle candele

"Se sei capace di scorgere l'idea dietro
il simbolo tu al fine conoscerai
l'anima delle cose".
Conte di Saint-Germain

-
PROSEGUI ANCORA:


-
I Geni, entità invisibili chiamate anche Intelligenze


- La sigillazione dei desideri


- I Pantacoli dell'Abate Julio contro avversità, per esorcismo, amore e fortuna


- I Salmi che accompagnano i Pantacoli dell'Abate Julio per allontanare pericoli e miseria


- I sigilli degli arcangeli Gabriel, Raffael e Michael per la vittoria, contro i nemici e per scongiurare rovesci di fortuna. Comprende le formule di consacrazione.


- I Pantacoli della tradizione tratti da L'Enchiridion e dal Grimorio di Honorius


- I Pantacoli Cabalistici tratti dalla Filosofia Occulta o la Magia di Agrippa.


- Il vero Rituale Esorcistico dell'Abate Julio


- La Medaglia di San Benedetto


- Il Talismano Sterminatore e il Quadrato di Giove



ottagono templare
Ottagono Templare





AMULETI E TALISMANI

La Spada Pantacolare

Nell'Edizione del 1660 deIl'Enchiridion compare la "spada pantacolare" riprodotta qui a fianco. La spada, avvolta attorno alla sua lama, ha una fascia che reca la frase seguente:
Deo duce, ferro comite
. vale a dire: " Dio è la mia guida e la spada è la mia compagna".
Questa iscrizione rivela una origine legata ad una iniziazione cavalleresca forse di provenienza Templare.

I
l simbolismo delle armi
, nei pantacoli, deve intendersi sempre a doppio senso. Ogni arma è sia uno strumento di difesa che di offesa. Questa in particolare è di difesa contro gli attacchi dei nemici e di offesa nei confronti di qualsiasi minaccia proveniente sia da uomini cha da entità maligne.
Quest
a immagine va vergata su carta pergamena o incisa su metallo nobile, l'oro, il giorno della Domenica. Mentre si prepara far fumigare un composto di incenso preparato con Artiglio del Diavolo, Erica e Cedro del Libano ( reperibili in erboristeria ). Parte di questa polvere, invece di bruciarla, va lasciata per una notte sulla figura preparata. Al mattino successivo la si può indossare. La tradizione la indica come efficace contro malattie, contro le ingiustizie, i tentativi di sopraffazione, contro i malefici.


Breve postilla sui poteri della mente umana e del suo pensiero.
Il pensiero umano è paragonabile ad un onda elettromagnetica che ha forza e potenza propria capace di cose inimmaginabili  e l'uomo non sa o non osa utilizzare totalmente le facoltà del suo cervello perchè condizionato dalla religione, dall'educazione ed inevitabilmente costruisce, attorno alle sui potenzialità, una barriera invalicabile.
Eppure a quanti, trovandosi in situazioni particolari di particolare stress o emozione, non è capitato di compiere atti che mai si immaginava di compiere? Spaccare un oggetto massiccio dalla rabbia? sentire o vedere (sogni premonitori o telepatia) una persona cara in un reale momento di pericolo? 
L'uomo, se veramente lo vuole, può affinare le sue facoltà ed incanalare le onde elettromagnetiche emesse dal suo cervello per svariati scopi. Il pensiero umano produce energia, l'energia crea la forza e la forza crea l'azione. Concetti semplici che conducono ad una riflessione capace essa stessa a scalfire quella barriera che ognuno di noi innalza attorno alle proprie facoltà. Il dubbio e il pessimismo provocano onde negative che annullano le forze elettromagnetiche che possiamo emettere ed incanarle per raggiungere uno scopo.
Si deve quindi essere fiduciosi e rilassati mentre il nostro pensiero è emesso con forza e fermezza.
La meta da raggiungere deve essere formulata mentalmente, ad alta voce o scritta senza incertezze. Il pensiero del nostro desiderio formulato giornalmente almeno per 15, 20 minuti, visualizzandolo come se accadesse, come se lo potessimo toccare, sarà utile per far si che il nostro cervello si riabitui e si educhi a lanciare onde elettromagnetiche atte a far si che la cosa desiderata si realizzi o che gli altri, se il desiderio è subordinato alla decisione altrui, si decidano e si sentano spinti ad agire favorevolmente verso di noi. Le stesse onde elettromagnetiche, la stessa fermezza nel concretizzare un pensiero, devono essere impiegate, assieme agli altri ingredienti,  per la costruzione di un talismano.
Tutti, benchè ci profesiamo scettici, ci circondiamo nella vita di tutti i giorni di strani amuleti e talismani che rimangono da secoli compagni insostituibili della nostra esistenza da millenni a questa parte. Stiamo parlando del ferro di cavallo, del trifoglio a 4 foglie, della medaglia di S.Cristoforo nascosta nel cruscotto della macchina, di un soldo bucato, della zampa di coniglio e, per i più istruiti sul tema, la mano di Fatima, la coda disseccata di una lucertola, della corda dell'impiccato (difficile da reperire di questi tempi...) e tanti altri.
Ne abbiamo citati alcuni come esempio ma la gamma è così vasta che non ci basterebbe lo spazio a disposizione se volessimo andare avanti. Ma cos'e' veramente un talismano? che differenze ci sono tra questo e gli amuleti? I talismani sono oggetti che possono essere di qualsiasi specie come per esempio un anello, una pietra o un pezzo di pergamena su cui sono tracciati simboli sacri (i sigilli) ai quali da secoli vengono attribuite proprietà magiche, buone o cattive, a seconda dell'intenzione che ci spinge a tracciarlo. Più specificatamente l'etimologia della parola talismano deriva dal greco Telesma che significa rito religioso.
E' infatti mediante un rituale ben preciso che viene costruito un talismano, tenendo conto (a seconda del lavoro che dovrà compiere) degli influssi dei pianeti, del giorno in cui vengono costruiti, scegliendo accuratamente i metalli e i segni cabalistici più adatti per creare quella personale raffigurazione simbolica che si vuol ricreare mentre, un amuleto, ha caratteristiche più semplici come la succitata zampa di coniglio, il soldo bucato, un chiodo arrugginito ecc... Sono praticamente oggetti di uso comune a cui vengono attribuite capacità protettive o cariche di fortuna.
Il simbolo in magia è una cosa assai importante in quanto, il simbolo tracciato su di un talismano, è a tutti gli effetti ciò che vogliamo realizzare, creare e spingere verso di noi. Un pensiero e un desiderio sono cose che si "avvertono" ma che non si possono toccare con mano, così come le entità che vogliamo richiamare a nostra protezione non sono cose tangibili e visibili all'occhio dell'uomo e quindi, come fare per renderle "materiali"?
In questo caso il simbolo viene in nostro soccorso. Il simbolo di una data cosa è la cosa stessa. Basti solo pensare al nostro nome di battesimo, nome e cognome.
Sono simboli grafici tracciati o pronunciati che indicano noi e ci siamo noi dietro quel simbolo, noi a tutti gli effetti. Se sentiamo pronunciare il nostro nome noi ci voltiamo perchè sappiamo che qualcuno si sta rivolgendo a noi.
Se leggiamo su di un pezzo di carta ( vi auguro un assegno ) il nostro nome e il nostro cognome, sappiamo che quella cosa riferita su carta riguarda noi. Quindi il meccanismo è semplice ma efficacissimo. Se andate alle pagine di questo sito che trattano dei 7 spiriti di luce, vedrete che ogni spirito non solo possiede un nome e caratteristiche proprie ma anche un segno grafico, un "sigillo" che ne trattiene ogni proprietà. Quel sigillo trascritto su pergamena o inciso su una candela di colore appropriato diviene uno strumento efficace perchè, con quel simbolo, vogliamo attirare su di noi le attenzioni di quello stesso spirito. L'esempio è stato fatto sui 7 spiriti di luce ma ogni segno racchiude e trattiene un particolare potere, come il pentacolo, i simboli planetari, ecc...
Unendo al simbolo le onde elettromagnetiche che scaturiscono dal nostro pensiero/desiderio, creano a tutti gli effetti un sigillo magico se eseguito nei giusti momenti e nelle giuste ore del giorno o della notte.





tridente di paracelso
Tridente di Paaracelso

Paracelso ( 1493 - 1541 )
Il suo vero nome era Teofrasto Bombast von Hohenheim. Nacque a Hensiedelm e seguì gli studi a Basilea e per un certo periodo fu allievo di Tritemio che lo condusse verso l'occultismo. Studiò medicina ma fu allontanato dal luogo di origine per le sue idee considerate controverse.
Gli storici lo definiscono come il padre della medicina moderna sebbene le sue teorie apparissero infarcite delle superstizioni tipiche della sua epoca.Egli sosteneva, non certo a torto, che "l'argilla di cui è composto l'uomo", il limus terrae, era formata da tutti gli elementi chimici che esistono in natura.
Tra questi elementi si annoverano il sale, lo zolfo e il mercurio. Asseriva anche che la forza del pensiero conduceva al dominio della mente universale e anche qui, secondo noi, nulla da eccepire.
La sua morte viene commemorata il 24 settembre e in quel giorno, attraverso riti per la salute, viene invocata la sua preziosa assistenza. Sostenitore della Magia Simpatica applicata alla cura del corpo umano, egli curava più che un "arto offeso" la raffigurazione dell'arto stesso e guarendo in questo modo la persona, alla quale l'arto o l'organo apparteneva. Partendo dall'ipotesi che ogni malattia derivi da uno squilibrio di elementi chimici e da un attacco esterno, generato da pensieri negativi altrui ( malocchio, odio, fattura ecc.. ) Paracelso usava guarire le persone usando anche il suo Tridente capace di armonizzare chimicamente una persona affetta da un male, come ad esempio poteva esserlo l'impotenza. egli diceva:
"Se artefici e venefici, frutto della cattiveria e dell'arte di uomini perversi, hanno ottuso la virilità,un ferro di cavalo trovato in strada servirà a foggiare un tridente di ferro nel giorno e nel'ora stessa di Saturno. Sulle punte di questo tridente e sull'impugnatura Tu inciderai nel giorno del sole ( Domenica ) al mattino prima che l'astro sorga,i caratteri e le parole così si trovano incise sulla figura. Indi conficcherai il tridente nel letto di un corso d'acqua,in modo che l'impugnatura non ne emerga minimamente e che sia difficile scoprirlo., In tal modo tu sarai liberato dal sortilegio in capo a nove giorni e colui che ti avrà fatto soffrire si vedrà colpito da qualche altro male che non lo abbandonerà tanto presto"
Ovviamente la "cura" si può applicare anche per altri disturbi e il tridente, dopo averlo forgiato su potente ferro, elemento caro a Marte, che protegge, difende e dona forza, guarigione e benessere perché si trova sotto gli influssi del fuoco
e usato per tradizione nei riti di guarigione; lo si può nascondere all'interno di un muro di casa come difesa delle persone che la abitano, all'interno di un ciondolo da portare al collo come difesa personale contro fatture, malocchio e malelingue o con lo scopo di guarire. L'importante è che nessuno lo possa vedere mentre agisce nell'ombra.


E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Index Builder Web ©BETH

Magia - magia bianca - magia rossa - magia delle candele - magia degli incensi - introduzione alla magia - magia nera - wicca - occulto - libri di magia - esoterismo - streghe - strega - mago - pentacoli -formule magiche - come diventare una strega - come diventare mago