LE CARTE ZENER
Che cosa sono?



Un mazzo di carte ZENER è composto da 25 carte
con 5 simboli diversi.
5 CERCHI - 5 ONDE 
- 5 CROCI - 5 STELLE - 5 QUADRATI.
Viene comunemente usato per stabilire le facoltà ESP di una persona che, senza vederle ma con il solo ausilio delle proprie facoltà sensoriali, ne indovina l'esatta successione. Qualcuno ha bisogno di toccarle tenendo il dorso rivolto verso di se e logicamente senza guardarle (altrimenti il gioco è nullo), mentre invece altri riescono ad indovinare la giusta sequenza anche senza avere con esse alcun contatto.
Se vuoi un mazzo di carte ZENER ma non riesci a trovarlo, clicca con il tasto destro sulle immagini e scegli l'opzione "salva immagine con nome" per salvare i 5 simboli all'interno di una cartella del tuo computer.
A questo punto richiama le immagini con un programma grafico e stampa 5 volte ogni singolo simbolo e otterrai così un 'economico' mazzo di carte ZENER su cui potrai esercitarti. Meglio se successivamente portato a plastificare.


GRAN PARTE DELLE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTA PAGINA CI SONO STATE CONCESSE DAL CENTRO STUDI PARAPSICOLOGICI DI BOLOGNA. RINGRAZIO PERSONALMENTE IL VICE-PRESIDENTE Dr. BRUNO SEVERI PER LA COLLABORAZIONE - BETH
Se sei interessato all'argomento
e vuoi saperne di più clicca qui:
http://digilander.iol.it/cspbologna/

ESP - Percezioni extra sensoriali.

Che cosa sono?

Con questo termine si vogliono definire tutte quelle fenomenologie legate alla mente umana, che sono ancora in fase di studio, ma che incidono sulla vita di ognuno di noi perchè, chi più chi meno, tutti abbiamo o abbiamo avuto delle 'sensazioni' o esperienze 'strane' poco classificabili per un undividuo comune.

PARLIAMO QUINDI DI: TELEPATIA - CHIAROVEGGENZA - PRECOGNIZIONE - RETROCOGNIZIONE - PSICOCINESI - ESPERIENZE FUORI DAL CORPO - FENOMENI OLFATTIVI, ACUSTICI E TERMICI - PSICOFONIA - INFESTAZIONI - MATERIALIZZAZIONI E SMATERIALIZZAZIONI - APPORTI ED ASPORTI - BILOCAZIONE E OBE - LEVITAZIONE - ECTOPLASTIA - VOCE DIRETTA - PITTURA DIRETTA - MUSICA DIRETTA - XENOGLOSSIA.
La TELEPATIA è la capacità di leggere il pensiero, trasmettere o ricevere pensieri.

CHIAROVVEGENZA
è così chiamata la capacità di vedere con la mente cose che non accadono nel luogo dove ci troviamo.

PRECOGNIZIONE
è la capacità di predire eventi o episodi prima che accadano.

TELECINESI o PSICOCINESI
è la capacità di spostare oggetti con la sola forza del pensiero.

Sotto categorie meno conosciute delle facoltà ESP, sono la PSICOMETRIA, la capacità di conoscere la storia di un oggetto solo toccandolo, e l'OBE e cioè le esperienze extra-corporee (fuori dal proprio corpo).I soggetti che possiedono qualità ESP formano tre categorie distinte: accidentali, coloro che manifestano questi poteri in particolari e rare circostanze ma che poi ritornano alle normali facoltà mentali; gli abituali, che manifestano queste caratteristiche mentali quasi sempre ma non sanno come controllarle,e, in fine, coloro che posseggono sempre queste facoltà e ne hanno il pieno controllo. Quando si sente usare la sigla GESP (General Extrasensory Perception) si fa riferimento a tutti questi fenomeni, senza sottolineare le distinzioni fatte sino ad ora.


VEDIAMO LE SINGOLE VOCI NEL PARTICOLARE TELEPATIA
E’ quel fenomeno psicognitivo per cui si ipotizza che un uomo acquisisca una conoscenza interagendo con la mente di un altro uomo per vie ancora sconosciute.
Ecco un esempio schematico, ma nella sua essenzialità frequente e comune nella fenomenologia spontanea.
Maria e Luisa furono grandi amiche fin dall’infanzia. La vita le divise ed una di esse, Luisa, sposandosi,  andò ad abitare lontano da Maria. I loro rapporti si troncarono.  Dopo molto tempo, un giorno, improvvisamente e insistentemente a Maria venne in mente l’amica Luisa (o la sognò).  La tristezza che accompagnava questo ricordo la costrinse a parlarne con il marito. Qualche tempo dopo venne a sapere che Luisa era morta, proprio in quel giorno in cui l’aveva tanto ricordata.
In questi casi il cui valore purtroppo oggi  è sempre più sminuito, è fondamentale che si possa essere certi che il fatto non sia stato favorito da qualche “fuga sensoriale.”
 

CHIAROVEGGENZA 

E’ quel fenomeno psicognitivo per cui si ipotizza che un uomo acquisisca una conoscenza interagendo con il mondo fisico  a lui esterno, per vie ancora sconosciute.
Il problema qui è escludere che in quel certo fenomeno invece della Chiaroveggenza non sia intervenuta la Telepatia.
In Laboratorio è molto facile costruire un esperimento in cui si possa escludere l’intervento telepatico, ma è molto difficile che si presenti un avvenimento nella casistica spontanea, che lo escluda.  Comunque si può tentare di costruire una  situazione “spontanea” quasi ideale: Mario Rossi è caduto incidentalmente in un fiume ed è annegato. Era solo e nessuno lo ha visto.. Il suo corpo è stato trascinato a valle per chilometri dalla corrente, finché è andato a impigliarsi in un groviglio di erbe e detriti in una ansa del fiume, vicino ad un mulino. Anna è la moglie del mugnaio. Quella mattina si sveglia  e dice di avere avuto un sogno agitato e turbato da angosciose visioni di annegamenti. Qualche tempo dopo viene ritrovato il corpo di Mario Rossi, proprio a ridosso del mulino e nei pressi della camera dove Luisa dorme.Una concreta realizzazione di questo tipo di fenomeno si ha quando un “sensitivo” o “paragnosta” viene invitato dai famigliari di una persona scomparsa per rintracciarla, magari per mezzo di una mappa. Ma per potere dire che si tratta di chiaroveggenza e non di Telepatia, la persona deve essere deceduta. Altrimenti si può sempre supporre che si è trattato di un fenomeno telepatico fra lo scomparso e il sensitivo.


PSICOCINESI 
E’quel fenomeno per cui l’uomo può interagire con l’ambiente che lo circonda per vie ancora sconosciute.
Non occorrono esemplificazioni create artificialmente. Basta pensare ad un uomo che in condizioni controllate fa muovere a distanza un oggetto. Questa azione macroscopica viene ancora  da taluno chiamata   “TELECINESI”, per distinguerla dalla Psicocinesi vera e propria che può influire  sulla materia anche a livelli microscopici. Una distinzione che sembra ridondante e di cui parleremo durante la lezione su questo fenomeno.
Un esempio di Psicocinesi  Spontanea è il  Poltergeist. Viene chiamato oggi anche RSPK, cioè Recurrent Spontaneous Psychokynesis  ( PK ricorrente e spontanea). Si tratta di un fenomeno, apparentemente legato alla presenza di una certa persona, per cui, all’improvviso, in un certo ambiente, gli oggetti cominciano a muoversi senza essere toccati:  le manifestazioni , sempre  dirette sul mondo esterno,  possono essere di vario tipo, oltre  a quelle caratterizzate dal movimento di oggetti.
Qui si esaurisce la trattazione schematica e se vogliamo scolastica della Parapsicologia in senso stretto.
PRIMA CLASSE DI FENOMENI

Sono quelli che “bussano alla porta della Parapsicologia”e che, debitamente accertati , dovrebbero far parte della Parapsicologia stessa.
ESPERIENZE FUORI DEL CORPO

Sono note  anche con la sigla OBE (out of the body Experience).  Presuppongono la esistenza di un  “corpo sottile” o “astrale”, capace di staccarsi dal corpo e di proiettarsi in luoghi anche lontani. Il soggetto ha spesso la impressione di vedere il proprio corpo inerte steso sul letto o a terra. Egli ha l’impressione di essere un centro di coscienza fuori dal corpo che  osserva il mondo circostante. E’ un fenomeno di grande interesse oggi per il Parapsicologo, che spesso cerca di ridurlo ad un fenomeno di Chiaroveggenza.

FENOMENI OLFATTIVI, ACUSTICI E TERMICI  
Compaiono soprattutto durante le sedute medianiche e accompagnano spesso fatti miracolistici nella vita dei Santi. La loro denominazione è sufficiente per comprendere di che si tratta.

PSICOFONIA

Si tratta di registrazione su nastro magnetico di voci di origine sconosciuta.  Il fenomeno è noto anche come “Le voci dell’al di là”.  Esso ha avuto periodi   di totale screditamento a livello dei più seri studiosi.  Ma sembra che  i fenomeni di alcuni soggetti, anche italiani, siano degni di essere attentamente studiati. Peccato che come  spesso accade si rifiutino  di essere studiati da ”chi non crede in loro”, secondo protocolli scientifici.

INFESTAZIONI
La Storia ne è piena in ogni luogo e in ogni tempo.  Si indica con questo termine un complesso di fenomeni che sembrano legati ad un determinato ambiente e che possono persistere per molti anni.
Si tratta di apparizione di fantasmi,  voci e gemiti, rumori di catene, raffreddamento di ambienti e così via.

MATERIALIZZAZIONI E SMATERIALIZZAZIONI
Si verificano prevalentemente durante le sedute medianiche. Consistono nella apparizione e scomparsa di parti del corpo umano o del corpo intero (fantasmi), o di animali o di oggetti, talora anche di vegetali.   Il fenomeno della Materializzazione è indicato anche con il nome di “Telepastia” e in alcuni testi i due aspetti possono essere tenuti distinti.

APPORTI ED ASPORTI
Si indica con questo termine la improvvisa comparsa o scomparsa in un ambiente, in genere chiuso, di qualcosa che prima non c’era o, rispettivamente, c’era. Il limite che divide fenomeni di questo genere da quelli inclusi nel paragrafo precedente è piuttosto tenue.

BILOCAZIONE E OBE
Come ho già detto in precedenza la OBE ( paragrafo1 della Prima Classe dei Fenomeni) è una nuova denominazione per indicare quello  che era ed è tuttora indicato dagli occultisti come “viaggio in astrale”. Nella bilocazione la persona che “viaggia fuori del corpo” è percepita materialmente da altre persone  distanti  e dovrebbe essere rilevata anche da strumentazione adatta. L’argomento è di grande attualità in rapporto anche agli studi che si fanno ovunque su un altro fenomeno: la NDE  (Esperienze premortali).

LEVITAZIONE (MODIFICAZIONE DI PESO)
Si indica con questo termine il sollevarsi in aria di un oggetto e  in particolare del corpo umano, in contrasto con le leggi di gravità finora conosciute. Ricorre circa 200 volte nella Agiografia (vita dei Santi).
ECTOPLASTIA
Il termine, coniato da Charles Richet,  non dovrebbe avere una sua autonomia, in quanto legato al fenomeno della materializzazione. L’ectoplasma, da cui viene il termine Ectoplastia, è una sostanza amorfa, talora luminosa, che sembra uscire dagli orifizi naturali del medium (naso, bocca ecc.), assumendo forme varie.  Non risulta  che esso   sia stato prodotto sotto un controllo preciso, anche perché si dice con insistenza che toccare o afferrare l’ectoplasma, potrebbe nuocere gravemente all’integrità del medium.
VOCE DIRETTA
Il fenomeno consiste in voci più o meno chiare che sembrano provenire da una qualche parte della camera nella quale si tiene  una seduta medianica: Spesso in passato si ponevano delle trombe di cartone legate al soffitto e alla parete, da cui sembrava  fosse più facile far uscire la voce
.

PITTURA DIRETTA
Disegni in bianco e nero e a colori che si realizzano senza che  il medium abbia alcun contatto con i pennelli e talora senza alcun bisogno del materiale necessario per dipingere (tele, pennelli, colori).

MUSICA DIRETTA
Viene anche chiamata “musica medianica”  o “paranormale”. Il fenomeno si verifica nelle sedute medianiche anche senza la presenza di strumenti.  Si usa lo stesso termine quando si tratta di strumenti che sembra suonino da soli, come fu il caso celeberrimo del medium D. D. Home che faceva suonare una fisarmonica- alla luce del giorno e senza toccarla ( testimonianza di William Crookes ).

SCRITTURA DIRETTA
Il fenomeno si ha quando durante una seduta medianica una matita o una penna  o un gesso su una lavagna si mettono a scrivere senza che alcuno le tocchi. Sono stati descritti casi in cui la scrittura è comparsa  su carta arrotolata su se stessa senza l’impiego apparente di mezzi di scrittura.

XENOGLOSSIA
Il fenomeno si manifesta quando in trance il soggetto parla una lingua a lui sconosciuta. Molto contestato,  è uno dei fenomeni più sconvolgenti fra i fenomeni psi . Si può trattare di ipermnesia o di reminiscenze infantili.  Ma quando, per esempio, c’è un vero colloquio fra un egittologo come   il prof. Hulme di Oxford e la medium Rosemary che conosceva solo l’inglese e ciononostante parlava, anzi conversava in egiziano antico, l’interpretazione si fa molto ardua, se si può escludere la intenzionale truffa da parte di uno o di tutti e due i soggetti interessati.  Ma ognuno capirà che le implicazioni di ogni  fenomeno di questo genere diventano tali che necessitano di prove inoppugnabili
.