guardiano
La vetrina di Bethelux - I libri in primo piano
 
SE INTERESSATO CLICCA QUI










Ė in edicola il primo numero della rivista “KILLERS. Gli Apostoli del Male”
“Killers. Gli Apostoli del Male” è il bimestrale dedicato agli appassionati di crimini efferati e storie noir. Una rivista che approfondisce il volto oscuro e tormentato dei più celebri assassini nazionali ed internazionali, che con le loro gesta hanno segnato in modo indelebile la storia e la memoria dell’opinione pubblica. In diverse epoche, ambientazioni e continenti, "Killers" vi racconterà fedelmente le vicende dei personaggi più cruenti della criminalità, fra leggende e terribili verità, misteri e dossier sui più famosi assassini fino ad ora mai raccontati.
NEL PRIMO NUMERO:
Nel primo numero di “Killers. Gli Apostoli del Male” troverete un’analisi approfondita, corredata da un vasto archivio fotografico, sulle indagini effettuate a metà degli anni Venti volte a scoprire il colpevole di alcuni efferati delitti a Roma; delitti che ebbero come vittime principali quattro bambine di pochissimi anni e, per “capro espiatorio”, il povero e innocente Gino Girolimoni.
Saranno poi sviscerati vita, turpi imprese e scabrosi dettagli su Henri Désiré Landru: raffinato, affascinante e cinico corteggiatore d’ingenue dame nella Francia d’inizio Novecento. Inoltre, un macabro ritrovamento a Roma, dalle parti della via Ardeatina, rivela sia le gesta di un diabolico killer che agì negli USA a metà degli anni Quaranta, sia le “diaboliche”, letterarie, azioni di Dexter Morgan, “La mano sinistra di Dio”. Esperto forense in forza alla Polizia Scientifica di Miami, suo padre adottivo l’addestrò ad uccidere killers senza scrupoli, tutti sfuggiti per varie ragioni alla meritata condanna. Dexter Morgan raccontato come un personaggio letterario, ma non solo di fantasia… Incontrerete poi un killer tutto “genio e sregolatezza”, il poco rassicurante Professor Valery Fabrikant, uomo di grande intelligenza ma con la mente traviata dal Male, attualmente in una prigione canadese per aver ucciso alcuni suoi colleghi contrari alle sue tesi scientifiche. Saranno infine approfondite le gesta di killers seriali e “Apostoli del Male” che agivano a Roma, nella Piazza del Pantheon, dove a metà del XVII secolo due “norcini DOC” producevano salsicce ed altre prelibatezze utilizzando nientemeno che…i resti di distratti pellegrini di passaggio!
Questo e molto altro su “KILLERS. Gli Apostoli del Male
Dal 26 novembre in edicola il N° 1, con uscita bimestrale
Prezzo di copertina: euro 4,90

rivista killers

RIVISTA DEDICATA GLI AMANTI  DEL GENERE "FORTE"! LAVORO DI MINUZIOSA RICERCA FIRMATO
ROBERTO VOLTERRI CON LA COLLABORAZIONE
DI BRUNO FERRANTE.
DA NON PERDERE!
Libriperduti, Milano, 2011, pag 192 Testo latino a fronte - EURO 18,00

Michael Ranft
Diceria del vampiro: De Masticatione mortuorum in tumulis

Finalmente tradotto in italiano dal latino questo testo sul vampirismo che uscì in Germania nel 1728. Diceria del vampiro. De Masticatione mortuorum in tumulis Anno 1725. Nel villaggio ungherese di Kisolova muore il contadino Peter Plogojovitz. Il fatto sarebbe normale se questa morte non fosse seguita da avvenimenti strani e inquietanti, legati a ciò che il pregiudizio e la superstizione popolare chiamano fenomeno dei "morti masticatori". L’atmosfera si surriscalda al punto da richiedere l’intervento dell’Ufficiale Imperiale. La situazione sembra però sfuggire di mano: gli abitanti, terrorizzati e inferociti, riesumano e straziano il cadavere, considerato appunto un "morto masticatore" e un vampiro. Autore del presente scritto è il filosofo tedesco Michael Ranft, che suddivide l’opera in due dissertazioni. La prima, storico-critica, comprende la descrizione particolareggiata dell’evento e dell’ambiente in cui è collocato. La seconda, di carattere filosofico, presenta numerose e controverse teorie sostenute dagli scienziati dell’epoca, talune certamente curiose. Ranft, tuttavia, procede pazientemente con lucidità e con metodo, circoscrivendo e analizzando accuratamente la presunta "masticazione dei morti nelle tombe" e con essa il fenomeno del vampirismo. Tradotto per la prima volta in italiano, il De Masticatione mortuorum in tumulis è corredato dal testo originale latino a fronte, dalla riproduzione dei capitoli dal XLIII al XLV del Traité sur les apparitions des esprits et sur les vampires, ou les revenants de Hongrie, de Moravie, etc. – opera di dom Augustin Calmet – inerenti il saggio di Michael Ranft, da un’introduzione di Gabriele Ferrero e da una postfazione firmata da Dario Spada.
Copertina di Alfonso Cucinelli


Builder Web ©BETH E-Mail Contact DarkMaster BethStrega Home Page Inde